GIRO D’ITALIA 2018 – 2^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 06/05/2018

Il Giro d’Italia 2018 continua la sua tre giorni in Israele, ieri prima tappa in linea dopo la cronometro individuale di venerdì.
La Maglia Rosa Dumoulin ed i suoi colleghi sono partiti da Haifa ed arrivati dopo aver percorso 167 km a Tel Aviv.
Sulla carta la tappa sarebbe dovuta esser dedicata ai velocisti ed i pronostici sono stati mantenuti.
La fuga di giornata è partita con un po’ di fatica dopo circa 15 km, tre i corridori partiti all’attacco: Guillaume Boivin (Israel Cycling Academy), Davide Ballerini (Androni – Sidermec) e Lars Bak (Lotto FixAll).
Il gruppo controlla i fuggitivi non lasciando mai che il distacco si dilatasse, troppa la voglia dei velocisti di non perdere la possibilità di non disputare il primo arrivo allo sprint.

Risultati immagini per giro d italia 2018 seconda tappa

Il gruppo, tirato dalla BMC del secondo in classifica Dennis, è andato a riprendere la fuga, permettendo al nostro Barbin del team Androni, di scattare e vincere il primo ed unico GPM di giornata e quindi ottenere la Maglia Azzurra degli scalatori.
Dennis alcuni km dopo fa capire il motivo dell’impegno della sua squadra, gli abbuoni del traguardo volante; visti i soli due secondi di ritardo da Dumoulin in classifica generale, l’australiano ottenendo i 3 secondi di abbuono, sfila la Maglia Rosa all’olandese della Sunweb.
Ultimo ad arrendersi tra i fuggitivi Boivin, inesorabile però il ritorno del plotone e l’arrivo a gruppo compatto, impegnate praticamente tutti i team, chi per tenere i Big della generale, chi per mettere i propri velocisti nelle prime posizioni in vista dello sprint.
La Quick-Step di Viviani tentenna un po’ nell’organizzare un vero e proprio “treno”, il favorito di giornata deve arrangiarsi un po’ da solo, seguendo i treni della Cannondale di Modolo e la Bora di Bennett. Fantastico Elia Viviani, riesce a star nelle prime 8 posizioni e prender la ruota di Mareczko, scattato con leggero anticipo. Poco male, Viviani scatta e supera agilmente l’altro italiano e vince il primo sprint del Giro d’Italia 2018, ottenendo la sue seconda vittoria in carriera al Giro e soprattutto la Maglia Ciclamino.
In classifica generale abbiamo detto del cambio di Maglia Rosa che passa a Dennis, ma in funzione dei distacchi tra i Big che si giocheranno la vittoria finale della Corsa Rosa, nulla da segnalare, tutti accreditati con lo stesso tempo.

Oggi i corridori sono impegnati nell’ultima tappa israeliana, la più lunga del Giro, 229 km da Be’er Sheva ad Eilat, arrivo dedicato anche oggi ad i velocisti, quindi Viviani sarà l’uomo da battere.
Buon Giro d’Italia 2018 a tutti!

Luca Cianflone