Tag Archives: GIRO D’ITALIA 2018

GIRO D’ITALIA 2018 – 4^ E 5^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 09/05/2018

Il Giro d’Italia 2018 è tornato a casa, dopo le prime tre tappe disputate in Israele, i corridori sono ripartiti dalla Sicilia.
Martedì la 4^ tappa, 191 km da Catania a Caltagirone, percorso misto, sali- scendi continui e strade spesso complicate e strette ma che hanno regalato ai corridori ed ancor di più agli spettatori dei panorami spettacolari.
Solito svolgimento di giornata, fuga partita nei primi km composta da Mosca, Barbin, Frapporti, Belkov e Jauregui.
I cinque vengono ripresi a circa – 13 km al traguardo, raggiunti da un gruppo attento e veloce, numerosi i corridori vogliosi di lottare per la vittoria di tappa in cima ad una breve ma impegnativa salita, quindi stage cerchiato in rosso da tutti gli scattisti scalatori.
Primi a mettersi in mostra Zardini e Conti, il quale poi rimasto solo resisterà fino ai – 3 km al traguardo. Determinante una caduta ai – 6,5 km, plotone spezzato ed alcuni Big rimangono attardati; il team Lotto prende la testa della corsa e screma ulteriormente il gruppo approfittando di una breve discesa prima delle ultime centinaia di metri in salita.
Il primo a scattare in salita è il nostro Battaglin, ottimo spunto ma il capitano della Lotto, Wellens, non vuole sprecare il lavoro della sua squadra, scatta e salta l’ottimo Battaglin e vince la quarta tappa del Giro.
Per quanto riguarda la Classifica Generale ottima prova di Formolo e Yates, accreditati con lo stesso tempo del vincitore, bene anche Pozzovivo, Chaves, Dumoulin, Pinot, arrivati 4 secondi dopo ma insieme alla Maglia Rosa Dennis, generosissimo il capitano in rosa della BMC che riesce a tenere la maglia. Fabio Aru perde 10 secondi dal vincitore, come la Maglia Bianca Schachmann, ma guadagna sul fenomeno Froome 11 secondi, il britannico sull’ultimo sprint è sembrato non ancora brillante ed ha perso il gruppo dei primi arrivando con un ritardo di 21 secondi. Le maglie del Giro non cambiano proprietario.

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 - 4^ TAPPA wellens

5^ tappa della 101^ edizione della Corsa Rosa, 152 km da Agrigento a Santa Ninfa, anche questa una tappa mista, meno dura di quella del giorno prima, ma comunque l’arrivo piazzato dopo una breve salita escludeva i velocisti come Viviani dalla lotta per la vittoria.
Quattro i fuggitivi di giornata, l’ultimo ad arrendersi l’italiano Vendrame ripreso ai soli – 3 km.
Sky quest’oggi attenta ed unita in testa al gruppo, molte le difficoltà stradali di oggi, i Big dovevano star davanti per evitare le possibili cadute o rallentamenti. Il gruppo si spezza ai – 13 km appunto per una caduta e relativo rallentamento di 30/40 corridori, rimasti attardati  Lopez dell’Astana Pozzovivo e Schachmann; quest’ ultimi due però saranno protagonisti di un’ottima rimonta e si riporteranno sui primi.
A circa 1 km dal traguardo in testa anche Diego Ulissi, bravissimo prima a sacrificarsi per riportare Pozzovivo tra i primi e poi a provare l’attacco; l’italiano però ha sprecato troppe energie, quindi dopo una breve tirata di Aru si sfila e vede partire Visconti, il quale però a sua volta non può resistere al ritorno di Battaglin, il corridore della Jumbo replica lo scatto di ieri e questa volta taglia il traguardo per primo davanti a Visconti e Goncalves.

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 - 5^ TAPPA battaglin

I Big della generale tutti accreditati con i tempi dei primi, benissimo ancora Pozzovivo, Formolo, Schachmann, Aru sembra aver provato un po’ la gamba in vista del tappone di domani. Apparso non brillante Froome, nonostante non abbia perso secondi, male il capitano dell’Astana Lopez che perde altri 41 secondi dai Big.
Le Maglie anche oggi non hanno cambiato proprietari, ma domani sarà tutta un’altra storia, primo arrivo in salita, si arriva sull’Etna dopo una salita difficile di circa 15 km. Quest’ultima tappa siciliana, 163 km con partenza da Caltanissetta, potrebbe già dirci molto dei Big della generale, non si vincerà il Giro ma qualcuno potrebbe perderlo…
Buon Giro d’Italia 2018!

GIRO D’ITALIA 2018 – 1^ TAPPA, SI PARTE DA GERUSALEMME

Pubblicato da Luca Cianflone il 04/05/2018

Immagine correlata

Iniziato oggi il Giro d’Italia 2018, ventuno tappe per la conquista della Maglia Rosa.
Quest’anno la partenza torna ad essere dall’estero, come spesso accade per i Grandi Giri, si comincia da Gerusalemme, Israele, si concluderà il 27 maggio a Roma.
I Big che concorreranno alla conquista della Maglia Rosa finale dovrebbero essere circa una decina, favorito numero uno il fenomeno Chris Froome ( team Sky ), vincitore di diversi Tour de France, subito sotto di lui il vincitore dello scorso anno Tom Dumoulin nel team Sunweb e poi il nostro Fabio Aru, capitano della UAE. Dopo di loro potrebbero far bene Simon Yates, Domenico Pozzovivo, Lopez, Chaves ma sopratutto il francese Pinot della FDJ.

Questi i pretendenti alla Classifica Generale finale, tra i velocisti, cioè quei corridori con lo spunto veloce nelle tappe ed arrivi pianeggianti, l’uomo da battere dovrebbe essere l’italiano Elia Viviani della Quick Step, numerosi comunque gli azzurri che potrebbero concorrere in questi traguardi ed alla relativa Maglia Ciclamino.
Personalmente credo possano far bene anche Davide Formolo, Conti e Ciccone.
Il mio favorito, mi perdonerete un po’ di patriottismo, è “il Cavaliere dei Quattro Mori” Fabio Aru, anche se sarà difficile competere nei km a cronometro contro Froome e Dumoulin.

Risultati immagini per giro d italia 2018

Oggi la Corsa Rosa ha visto i quasi 180 corridori impegnati in un breve ma intensa Cronometro Individuale, poco meno di 10 km sviluppati interamente nella città israeliana; percorso da affrontare a tutta dai ciclisti sin dai primi metri, le asperità del percorso sono state le numerose curve e le brevi ma abbastanza impegnative salite.
Pronostici rispettati, il favorito di giornata Dumoulin ha fatto segnare il tempo migliore 12’02″, battendo lo specialista Dennis di soli 2 secondi, terzo Campenaerts. Il capitano della Sunweb ha dimostrato sin dalla prima tappa di voler ripetere il Giro dello scorso anno, vinto appunto dall’olandese un po’ a sorpresa, riuscendo a difendersi sulle salite e guadagnando nei km a cronometro.
Gli altri Big della generale oggi hanno corso cercando di perdere il meno possibile da Dumoulin, benissimo Yates e Pozzovivo, in ritardo di 20 e 27 secondi, bene Pinot 33 secondi; non bene Froome, 37 secondi di distacco, lui di solito competitivo nelle cronometro, male il nostro Aru che ha perso ben 50″ dal vincitore e 13″ da Froome, i suoi principali rivali per la vittoria finale.

Immagine correlata

Nessun dramma, il Giro è appena iniziato, il ritardo del sardo può essere semplicemente attribuibile ad un’eccessiva prudenza, o comunque ad una forma fisica non ancora ottimale e questo può essere un bene in una corsa di tre settimane, durante la quale è fondamentale essere al 100% nel corso dell’ultima settimana. Ora sarà importante non perdere ulteriori secondi in classifica generale, le prossime due tappe in Israele saranno pianeggianti e dedicate ai velocisti, quindi per Aru, Froome e gli altri capitani basterà arrivare con il gruppo compatto e non prendere ” buchi ” prima del traguardo, attenzione al pericolo vento che potrebbe spezzare il gruppo, fondamentale star davanti per non rischiare distrazioni.
Domani primo arrivo effettivo in linea, la vittoria sarà per un velocista, colpi di scena permettendo, speriamo sia un italiano, favoriti Viviani, Modolo e Poppel.
Buon Giro 2018 a tutti!