Tag Archives: nibali

NIBALI – ABBIATEGRASSO INIZIA IL SUO GIRO ROSA

Pubblicato da Luca Cianflone il 08/05/2018

Risultati immagini per nibali libro la quinta tappa

Vincenzo Nibali ha regalato emozioni semplicemente parlando da un palco e, giuro, non aveva con sè nessuna bicicletta. Ha entusiasmato gli appassionati di questo sport, scendendo in particolari e rispondendo in modo simpatico a qualche domanda anche provocatoria dei due giornalisti Meda e soprattutto Pastonesi, il quale l’ha sfidato ad un botta e risposta con domande curiose ed originali, tipiche del suo stile.
Vincenzo non si è tirato indietro: prenderebbe volentieri una pizza con Visconti ma rinuncerebbe a condividerla con Chris Froome e Tom Dumoulin, dovendo essere la pizzata un piacere.
Dopo aver risposto ad altre domande curiose su abbigliamento e preferenze culinarie, il campione ha affrontato argomenti più delicati.
Ha dichiarato che sovente il regolamento viene applicato con modalità e tempistiche diverse per alcuni corridori, ha parlato del suo passato da “gregario“ parlando anche della sua esperienza in corsa con Andrea Noè, della sua amicizia con Peter Sagan e dell’assenza di regali nel ciclismo, parlando più che altro di una sorta di rispetto da parte di alcuni colleghi ed amici. Ha svelato poi le sue salite e discese preferite ed ha descritto la sua recente impresa alla Milano-Sanremo.
Nibali ha poi svelato parte del libro presentato nell’occasione, “ La quinta tappa “, raccontando trucchi ed atteggiamenti che gli hanno permesso di “ iniziare “ a vincere il Tour de France in quella terribile tappa, risultato ottenuto attaccando il famigerato Pavè della Parigi-Roubaix con coraggio, nervi saldi ed un sottile piacere.
Vincenzo, Enzo come lo chiamano gli amici e viene proprio da chiamarlo così per la sua umiltà, spesso raccontata dai media, emersa con chiarezza durante questo incontro abbiatense, racconta forse il segreto del suo successo: la calma, la capacità di dominare le emozioni, la sua freddezza nei momenti di massima tensione. Spesso durante la sua carriera ha dimostrato di saper gestire momenti difficili e saperne uscire ancora più forte e vincente.

Risultati immagini per nibali e famiglia
Sedute in prima fila due belle sorprese, la moglie Rachele con la loro figlia Emma, durante i minuti dedicati dal campione ai suoi fans, abbiamo scambiato qualche parola con la compagna; sorridendo ed ironizzando ci ha risposto che Vincenzo come tutti, a volte si porta il lavoro a casa e quando lo vede un po’ nervoso lo rimanda a pedalare, spesso il ciclista si prepara i suoi pasti “ dietetici “ da solo e con un ultimo sorriso ci risponde che forse non consiglierebbe un  campione del ciclismo come marito.
Pastonesi ha definito Nibali “un corridore all’antica”, forse il più moderno proprio perchè affronta le gare come lo si fa sempre più di rado al giorno d’oggi. E’ per questo che gli appassionati di ciclismo non possono fare a meno di amare “ Lo Squalo dello Stretto “, è quel suo stile, quella sua voglia di vincere nonostante i pronostici od il percorso non idoneo a lui.Nibali ha spesso dimenticato tattiche e strategie, fregandosene dei calcoli, che molto spesso appiattiscono le tappe, ed ha cavalcato l’emozione del momento, l’istinto del campione, del fuoriclasse in grado di scombinare le carte.
Sintesi di tutto ciò, le sue parole in chiusura dell’incontro di oggi: “ la bici ti porta ovunque e la cosa più bella del ciclismo è la vittoria “.
Come dicono quelli bravi, il ciclismo è spesso metafora della vita, quindi poco importa se si fallisce, il rimanere fermi, il non mettersi fino in fondo in gioco per non perdere non serve a nulla, l’importante sarà sempre essersi impegnati al massimo, avercela messa tutta per ottenere la nostra vittoria, se si avrà dato tutto non ci sarà sconfitta, Vincenzo Nibali è questo, un campione che non teme sconfitta perchè cerca sempre la vittoria!

In bocca al lupo campione per il tuo, nostro, Tour de France.
Tour de France. (Foto di A. Varieschi)

 

 

GIRO D’ITALIA 2017, 14^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 20/05/2017

14^ tappa del Giro d’Italia e secondo arrivo su una vera salita, 131 km da Castellania a Biella sulla salita di Oropa, la salita del mitico Marco Pantani. Il Pirata compì un miracolo nel giro del 99, perdendo terreno all’inizio della salita per colpa di un salto di catena e rimontando, piano, piano tutti e 49 i ciclisti che lo avevano sopravanzato, andando a vincere. L’impresa di oggi è stata degna del ricordo di Pantani.

Risultati immagini per pantani oropa 99

La tappa si è sviluppata come da pronostico, una fuga lasciata andare a fatica, tenuta poi a non più di 2 minuti di distacco. I corridori hanno percorso i 120 km di pianura senza problemi ed a pochi km dall’imbocco della salita hanno ripreso i tre fuggitivi, iniziando la volata per portare i propri capitani in testa per l’inizio dell’ascesa di Oropa.
La Movistar di Quintana si è messa a lavorare sin da subito, tenendo un ritmo alto e scremando il gruppo dei migliori. Bene tutti fino allo scatto di Quintana, al quale questa volta i migliori, compreso Nibali, non rispondono scattando, ma andando su con il proprio ritmo. In realtà il ritmo è stato quello della Maglia Rosa, Nibali, Zakarin, Landa si sono messi a ruota dell’olandese sfruttando il suo lavoro per contenere lo scalatore Quintana, memori del Blockhaus; ma improvvisamente Nairo inizia a perdere, nei punti dove la salita spiana un po’, il trenino trainato dalla Maglia Rosa recupera terreno sul colombiano. A pochi metri dal ricongiungimento però, il nostro Nibali cede e perde le ruote di Dumoulin, che recupera ed attacca Quintana, il colombiano sorprendentemente  cede terreno e perde secondi dal capitano della Sunweb. Dumoulin vola verso il traguardo staccando prima Landa che chiuderà terzo e poi anche Zakarin, arrivando a conquistare il traguardo di Oropa.
Quintana arriverà a 14 secondi ed il nostro Nibali perderà 43 secondi, giornata negativa per il siciliano, a sua giustificazione, il fatto che queste non sono le salite e le tappe ideali per Vincenzo, il quale sono sicuro che nei tapponi alpini saprà dir la sua.
Pinot prima in crisi poi recupera ed arriva al traguardo con 35 secondi dal vincitore, bene Yates, Kruijswijk e Pozzovivo.

Risultati immagini per dumoulin oropa 99
L’impresa è senza dubbio quella di Dumoulin, ha risposto con una vittoria stupenda a chi pensava non avrebbe retto su questa salita, ora gli scettici lo aspettano settimana prossima, martedì, non vi nascondo che sono tra questi… Non credo che nei tapponi della terza settimana lui e la sua squadra riusciranno a rispondere a tutti gli attacchi dei Big, che conoscono i punti deboli e saranno agguerriti .
Ora la Maglia Rosa ha 2’47″ su Quintana, 3’25″ su Pinot e 3’40″su Nibali, i quali proveranno e metteranno in difficoltà la Sunweb, ci sarà solo da vedere quanto riusciranno a recuperare prima della prossima cronometro decisiva.
Domani tappa aperta a più soluzioni, 200 km da Valdengo a Bergamo; iniziano ad esserci diversi Big ormai fuori dalla classifica generale e quindi mine vaganti da poter sfruttare da qualcuno per un attacco al leader in rosa. Dovessero rimanere uniti i favoriti del Giro, aspettiamoci qualche attacco dei cacciatori di tappa, fuga permettendo, c’è spazio per attacchi, speriamo in qualche vittoria italiana!
Buon Giro d’Italia numero 100 a tutti

GIRO D’ITALIA 2017, 10^,11^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 18/05/2017

La decima tappa ha visto la consacrazione di Dumoulin, l’olandese dopo esser riuscito a resistere nella tappa di domenica all’affondo di Quintana, nei 40 km della cronometro da Foligno a Montefalco ha ribaltato il banco. Tappa e Maglia Rosa sfilata al colombiano, il peggiore dei Big.
Ora il capitano della Sunweb guida la classifica generale con 2’23″ su Quintana e 2’47″ sul nostro Nibali 5° che ha quindi recuperato secondi a Quintana, rivale numero uno per la vittoria finale. Dumoulin riuscirà a tenere il passo di quei due sulle salite della terza settima? vedremo…

Risultati immagini per dumoulin

Undicesima tappa vinta dallo spagnolo Fraile, partito in fuga insieme a Landa della Sky durante i 160 km da Firenze a Bagno di Romagna I due hanno resistito fino agli ultimi km al ritorno dei primi inseguitori fino a quando non ha attaccato Rui Costa che ha rotto gli indugi e come da pronostico, ha tentato di vincere la tappa. Il portoghese ha però dovuto accontentarsi del secondo posto e di qualche secondo recuperato in classifica generale.
Dietro la Maglia Rosa ha controllato abbastanza bene la corsa, dopo alcuni km iniziali di confusione, la Sunweb  è riuscita a stringersi intorno al suo capitano in rosa e tenere invariata la classifica in una tappa impegnativa e potenzialmente dura, tipica tappa appenninica con salite significative, quindi bene Dumoulin.

Risultati immagini per dumoulin

Oggi dodicesima tappa, la più lunga e probabilmente la più certa, arrivo in volata. Favoriti Gaviria e Greipel, noi speriamo in un colpo di coda di Modolo o Mareczko.

GIRO D’ITALIA 2017 9^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 14/05/2017

E’ entrato nel vivo il 100^ Giro d’Italia, la prima e forse la più difficile vera salita.
153 km, da Montenero di Bisaccia fino al Blockhaus, una terribile salita negli ultimi 15 km del percorso.
Il primo colpo di scena proprio ai piedi della salita, una moto ferma sul ciglio della strada, il gruppo arriva compatto tirato dalla squadra Movistar per il loro capitano Quintana, ed un corridore urta la moto provocando una caduta di gruppo che coinvolge soprattutto la squadra della Sky ed il suo leader Thomas. Il gruppo si spezza, la Movistar continua il suo attacco ed i caduti non riusciranno a rientrare più, stupendo però il loro impegno ed ottimo Thomas a non mollare riuscendo a limitare i danni.

Risultati immagini per caduta thomas

I migliori rimangono davanti, inizia la salita e si stacca la Maglia Rosa Jungels, poi Zakarin e Formolo; staccati per la caduta Yates e Thomas, rimangano una decina di corridori. Quintana, terminato il lavoro dei compagni, scatta e rompe il gruppetto.
Nibali in progressione l’unico a rispondere agli scatti del colombiano, si porta nel suo inseguimento anche Pinot. 1,2,3,4 scatti occorrono a Quintana per rimanere da solo in testa, Nibali cede al colombiano e paga l’inseguimento, forse avrebbe fatto meglio ad andar su del suo passo. Del suo passo hanno proseguito Pinot, ed uno straordinario Dumoulin, il quale si è staccato subito dai tre davanti, ma con il suo passo e riuscito a difendersi, portandosi dietro anche Mollema.

Nona tappa del Giro (Afp)

Quintana vince la tappa e prende la Maglia Rosa; guadagna circa una trentina di secondi di vantaggio da Pinot e Nibali, il quale perde posizioni non  riuscendo a tenere il passo del francese prima e poi nemmeno quello dell’olandese Dumoulin.
Il colombiano ha dimostrato di essere lo scalatore più forte, la tappa era per lui, l’ha voluta ed ha vinto, ha rispettato i pronostici. Bene Pinot e benissimo Dumoulin. Nibali si è difeso, non sono queste le tappe in cui rispondere agli scatti di Quintana. Bravi anche i nostri Pozzovivo e Formolo, il quale ha conquistato la Maglia Bianca della classifica dei giovani.
Quintana vince con 24 secondi su Pinot e Dumoulin, (abbuoni esclusi, 10-6-4) 41 su Mollema. 1 minuto da Nibali ed 1,18 da Pozzovivo.
Usciti per motivi diversi dalla lotta per il Giro Zakarin, Thomas e Landa, anche infortunato, il giovane Yates e la ex Maglia Rosa Jungels; ora andranno a caccia di una vittoria di tappa.

Domani si riposa e martedì si riparte con una cronometro di 40 km, favorito Dumoulin, con ottime possibilità di strappare la Maglia Rosa al colombiano, Thomas voglioso di riscatto e potrà dire anche la sua Jungels. Nibali e Pinot potranno recuperare secondi da Quintana, riaprendo ancora di più un bellissimo ed entusiasmante Giro d’Italia numero 100.
Buon Giro d’Italia a tutti!