Tag Archives: quintana

TOUR DE FRANCE 2017, 13^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 15/07/2017

Risultati immagini per aru

Il Tour de France affronta la tappa più corta della stagione, cronometro escluse, 100 km da Saint a Foix, tutti da percorrere d’un fiato, salite comprese.
La novità di giornata è la Maglia Gialla indossata da Fabio Aru, quindi l’onere di tenere la corsa sotto controllo spetterà all’Astana dell’italiano, compito arduo oggi, sia per il percorso, sia perchè la squadra kazaka non è parsa per nulla competitiva, falcidiata dagli infortuni.
Neanche il tempo di salire in bici e la corsa esplode, attacchi multipli e gambe costrette a girare fin da subito ad alto ritmo. Dopo circa 40 km la tappa vede in testa Contador, il campione spagnolo non vuole arrendersi e prova da lontano a battere un colpo, con lui un altro iberico, Landa, il più pericoloso per la generale a meno di 3 minuti da Aru; si aggiungeranno alla coppia di fuggitivi la maglia a Pois Barguil e il grande sconfitto fino ad oggi del Tour Quintana, voglioso di recuperare secondi sui primi. Aru già solo dopo pochi km, complice il ritiro di Fuglsang, non può tenere da solo la gara, Landa spinge sfiorando anche la Maglia Gialla virtuale, ma per fortuna gli altri capitani mettono i propri uomini a lavorare ed il distacco non dilaga; a metà corsa il gap si stabilizza intorno ai 2’20″.
Si arriva agli ultimi 30 km a ritmo folle, il gruppo Aru è composto da una decina di corridori, i primi della generale, in testa si porta Daniel Martin a dettare un ritmo alto in salita, questo procura la resa di Bennet; Landa e Contador  resistono a 2’30″, poco dietro Quintana e Barguil al loro lungo inseguimento, Landa sembra essere tra i più in forma di questo Tour.
Ai 27 km il primo attacco di Froome, una fucilata a cui risponde Aru e tutti i migliori, pagano Martin e Yates, ma i due rientreranno nella discesa successiva.
I quattro davanti si riuniscono, il gruppo Maglia Gialla, sotto gli attacchi del capitano della Sky, riduce il distacco fino a 1’40″.
Non essendoci nessun compagno di squadra della Maglia Gialla, i big si controllano in discesa, Landa e soci riguadagnano qualcosa e dietro i capitani si lanciano in attacchi solitari. Froome il primo ad attaccare aiutato dal compagno Kwiatkowski, avvantaggiatosi dall’inizio della tappa, Aru chiude, poi Bardet, Martin, nessuno riesce a staccare i rivali, l’italiano, giustamente, risponde solo agli attacchi di Bardet e Froome, è da solo, non può tenere tutti…
Al termine della discesa Martin e Yates riescono a sganciarsi e guadagnare qualche secondo, nella fuga nel frattempo ci si prepara alla volata, Landa si disinteressa e va a tutta per guadagnare più secondi possibili, Contador, Quintana e Barguil sfruttano il lavoro dello spagnolo e rifiatano in vista dell’arrivo; ai 500 m parte Contador, ma Barguil lo segue e lo supera agevolmente andando a vincere la tappa, dietro di lui Quintana ed il capitano della Trek, Landa perde due secondi dai primi e manca l’abbuono. 1’39″ dopo arrivano Yates, che consolida la sua Maglia Bianca e Daniel Martin, 9″ più dietro il gruppetto di Aru.

Risultati immagini per barguil

La giornata sarebbe potuta essere dannosa per Aru in giallo, pericolo sventato, Froome, Bardet ed Uran non hanno recuperato nulla, unica nota stonata la risalita preoccupante di Landa, ora a poco più di un minuto ed il recupero di Quintana, anche se il colombiano rimane a più di due minuti. Martin e Yates rosicchiano 10 secondi e Contador rientra nella Top Ten.
Come detto Aru tiene la Maglia Gialla, Yates e Barguil consolidano la loro classifica per la Maglia Bianca e per la Maglia a Pois e Kittel rimane in verde.
Quella di oggi sarà una tappa buona per gli attaccanti, possibile l’arrivo della fuga, ma attenzione agli ultimi km, non escludo arrivo in volata a ranghi ristretti. Aru non dovrebbe correre rischi, ma nel ciclismo non si può mai dire… Favorito di giornata Van Avermaet.
Buon Tour de France a tutti!

Risultati immagini per classifica generale tour

TOUR DE FRANCE 2017, 9^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 10/07/2017

Esplode il Tour de France, prima tappa di vera montagna ed arrivano le prime sentenze. Porte e Thomas cadono e si ritirano, Contador perde minuti ed esce dalla lista dei pretendenti per la vittoria finale.

Fuga lasciata partire abbastanza presto, tenuta comunque ad un tempo ragionevole dalla Sky; ascese difficili ma discese ancora più determinanti. A circa metà tappa, quando i corridori affrontavano il Grand Colombier, Bardet e i suoi uomini alzano il ritmo, il gruppo si assottiglia ma la vera selezione si ha nella discesa, il gruppo si spezza in più gruppetti, la Maglia Gialla perde qualche secondo da Bardet ed Aru, la Sky si mette a tirare ed ha farne le spese è il luogotenente di Froome, G.Thomas che scivola e si ritira; prima di lui anche l’italiano Mori.

Risultati immagini per TOUR DE FRANCE 2017 classifica generale
Il gruppo a discesa terminata si ricompatta e prosegue con relativa tranquillità aspettando l’ascesa del Mont du Chat, 9 km di salita a più del 10% e successiva discesa tecnica, umida e stretta!
Inizia la salita con il peloton trainato dalla squadra della Maglia Gialla, i fuggitivi davanti verranno progressivamente superati, unico a resistere al ritorno dei migliori, il francese Burguil; ma concentriamoci sulla lotta dei capitani in salita. A circa metà ascesa il colpo di scena che non ti aspetti, Froome alza la mano per segnalare un problema alla bici e Fabio Aru decide comunque di attaccare, sgarbo forse dovuto alle dichiarazioni del britannico dopo la vittoria del sardo, fatto sta che attacca ed i migliori lo seguono ad eccezione appunto della Maglia Gialla e Porte forse imbottigliato. Aru vistosi in buona compagnia cerca qualcuno che gli dia il cambio, ma il gruppetto rallenta, informati del problema di Froome ed Aru, forse consigliato dell’ammiraglia, desiste. Mentre i migliori aspettano il leader della classifica, attacca il compagno di Aru, Fuglsang, prendendo qualche secondo di vantaggio e preparando così, un possibile attacco del sardo.
Una volta raggruppati si sale sempre al ritmo della Sky ( da segnalare una spallata di Froome ad Aru), poco prima degli scatti decisivi si stacca Contador.
In vista della vetta inizia la lotta tra i favoriti, niente più compagni o tattiche, solo gambe, fiato e cuore, è proprio quest’ultimo che permette al capitano dell’Astana Aru di chiudere su Froome, impegnato nel tentativo di far selezione. L’illustre big a pagare la “frullata” del britannico è Quintana, che in cima pagherà 1 minuto di ritardo. Il fuggitivo Barguil svetta per primo al Traguardo della Montagna ottenendo la Maglia a Pois e si lancia in discesa, dietro di lui a circa 30 secondi tutti i migliori: Aru e Fuglsang dell’Astana, Froome per la Sky, il redivivo Uran, Cannondale, Martin per la Quick-Step e Porte capitano della BMC.

Risultati immagini per classifica generale tour de france 2017
La velocità è alta, la discesa complicata e nessuno dei migliori pare intenzionato ad attaccare in modo deciso, ma in un passaggio complicato, forse una distrazione o un errore di traiettoria, costringe Porte a mettere le ruote fuori strada scaraventandolo a terra violentemente coinvolgendo anche Martin. Il capitano della BMC rimane a terra contuso, sarà costretto a ritirarsi, Martin un po’ intontito riparte.
Rimangono in 5, proseguono di gran passo e terminano la discesa tutti compatti e decisi a riprendere Burguil, il quale cerca di resistere il più possibile ma viene raggiunto, però invece di staccarsi riesce a rimanere in scia ai migliori, tirando il fiato in vista del traguardo.
Dopo circa 12 km di pianura i 6 arrivano allo sprint, il favorito sarebbe Uran, se non fosse per un problema al cambio che lo rallenta; a questo punto potrebbero far gioco di squadra i due Astana come al Delfinato. Parte Fuglsang, troppo presto, Aru insegue leggermente in ritardo, Bardet e Froome accelerano ma in testa c’è il fuggitivo di giornata che taglia il traguardo affiancato da Uran. Burguil festeggiato ed esultante è convinto della sua vittoria, ma al fotofinish viene assegnato il successo al sorprendente Uran, terzo Froome che prenderà 4 secondi di abbuono, poi Bardet ed i due dell’Astana che avrebbero dovuto collaborare.

Risultati immagini per classifica generale tour de france 2017

 

Dopo 1’15″ arriverà il gruppetto di Quintana, Yates e Martin: Contador terminerà con oltre 4 minuti di distacco.
Tappa stupenda e ricca di colpi di scena e sentenze, non sappiamo chi vincerà il Tour, Froome in salita non è riuscito a staccare gli altri big, ma sappiamo chi non lo vincerà, Contador è ormai ad oltre 5 minuti, ci vorrebbe un miracolo ed una forma diversa, forse anche un’età diversa, Quintana a 2’13″ ha dimostrato di non essere al livello di Froome, Aru e gli altri big, difficile anche il podio per lui, nonostante gli sfortunati ritiri di Thomas e Porte. Kittel e Yates mantengono le loro maglie di leader, rispettivamente la verde e la bianca.
La Classifica Generale ora è questa:

Risultati immagini per classifica generale tour de france 2017

Domani riposo e martedì si ripartirà per una tappa dedicata ai velocisti, 178 km da Perigueux a Bergerac, la volata sarà però orfana di Demare, arrivato fuori tempo massimo, favoritissimo Kittel.
Buon Tour de France a tutti!

TOUR DE FRANCE,1^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 02/07/2017

 

Risultati immagini per thomas tour 2017

Il Tour de France 2017 inizia da Dussendorf, Germania. Prima tappa una cronometro di 14 km all’interno della città tedesca, poco più di un prologo, ma la pioggia ha fatto si che i distacchi siano stati maggiori di quanto pronosticato.
Favorito di giornata il tedesco Tony Martin, specialista nelle corse contro il tempo, ma il campione della Katusha non è riuscito a far meglio del quarto posto, ad 1 secondo dal terzo classificato Kiryenka, 3” da Kung e 8″ dal bravissimo G.Thomas, sfortunato capitano della Sky allo scorso Giro d’Italia, una vittoria meritata. Bene il nostro Trentin, quinto.
Essendo la prima tappa, Thomas ottiene anche la prima Maglia Gialla del Tour, maglia che difficilmente potrà difendere nei prossimi giorni durante i quali le quasi sicure vittorie dei velocisti dovrebbero, grazie agli abbuoni, potergli strappare il primato in classifica generale.
Poco male, l’obbiettivo di Thomas in questo Tour è sì di vincere la Maglia Gialla, ma non personalmente, bensì far in modo che il suo capitano la vinca per la quarta volta, sto parlando del favorito C.Froome.
Ieri il britannico ha messo immantinente in chiaro le cose, concludendo sesto all’arrivo rifilando: 35″ a Porte 36″ a Quintana, 42″ a Pinot, 43″ a Bardet, 40″ al nostro Aru e 42″ a Contador e Fuglsang; sarà dura per i suoi rivali recuperare questi secondi, anche perchè oggi più che mai, il britannico sembra non aver punti deboli, ci vorrà fantasia e molto coraggio!
Dalla loro hanno il vantaggio, anzi il “non svantaggio” che quest’anno di km a cronometro ce ne siano meno rispetto alle scorse edizioni, quindi di tappe in cui partirebbero sicuramente sfavoriti rispetto a Froome non dovrebbero essercene molte, dovranno attaccarlo in salita, operazione difficilissima anche per via della squadra Sky, la più forte ed a completa disposizione di C.Froome.

Risultati immagini per froome tour 2017

Come avrete capito, il favorito per la vittoria del Tour de France 2017 è senza ombra di dubbio Froome, i rivali principali saranno R.Porte della BMC, Quintana (Movistar), l’accoppiata Astana Aru – Fuglsang ed i due francesi Pinot (FDJ) e il contendente numero uno secondo i francesi Bardet (AG2R); in secondo piano ma non da sottovalutare lo spagnolo Contador, le primavere sono tante forse, ma un campione del suo livello ed esperienza potrebbe stupirci, lui sa rischiare…
Brutto colpo per Quintana, rivale numero uno in questi anni di Froome, il colombiano perde il suo luogotenente Valverde, vittima di una scivolata dovuta alla pioggia durante la cronometro e costretto al ritiro, in bocca al lupo, la corsa perde un sicuro protagonista. Con l’uscita di scena dello spagnolo, i gradi di secondo dovrebbero passare ad A.Amador, costaricano fortissimo e pronto a stupire.
Per le altre classifiche i miei favoriti sono: Maglia Verde P.Sagan, un fenomeno!, con la speranza che il nostro Colbrelli possa infastidirlo; Maglia Scalatori è quella forse più in discussione di tutti, io punterei su uno dei big della generale, in diversi aspirano al podio e sugli arrivi in salita ci sarà lotta, quindi punti in palio, come sorpresa il belga Thomas Degand;  Maglia Bianca ( miglior giovane ) S.Yates (Orica) ; per la Classifica a Squadre anche quest’anno credo possa spuntarla la Movistar, nonostante il ritiro di Valverde, in seconda battuta l’Astana di Aru ( speriamo puntino su di lui come capitano unico) e Fuglsang.

Risultati immagini per presentation du tour de france 2017

La Tappa in linea di oggi sarà la prima di tre dedicate agli sprinter,  203 km da Dusseldorf a Liege; Sagan e Kittel viste le loro prestazioni alla cronometro, sembrano essere i più in forma, ma gli altri velocisti non staranno certo a guardare!
Buon Tour de France a tutti!

GIRO D’ITALIA 2017, 14^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 20/05/2017

14^ tappa del Giro d’Italia e secondo arrivo su una vera salita, 131 km da Castellania a Biella sulla salita di Oropa, la salita del mitico Marco Pantani. Il Pirata compì un miracolo nel giro del 99, perdendo terreno all’inizio della salita per colpa di un salto di catena e rimontando, piano, piano tutti e 49 i ciclisti che lo avevano sopravanzato, andando a vincere. L’impresa di oggi è stata degna del ricordo di Pantani.

Risultati immagini per pantani oropa 99

La tappa si è sviluppata come da pronostico, una fuga lasciata andare a fatica, tenuta poi a non più di 2 minuti di distacco. I corridori hanno percorso i 120 km di pianura senza problemi ed a pochi km dall’imbocco della salita hanno ripreso i tre fuggitivi, iniziando la volata per portare i propri capitani in testa per l’inizio dell’ascesa di Oropa.
La Movistar di Quintana si è messa a lavorare sin da subito, tenendo un ritmo alto e scremando il gruppo dei migliori. Bene tutti fino allo scatto di Quintana, al quale questa volta i migliori, compreso Nibali, non rispondono scattando, ma andando su con il proprio ritmo. In realtà il ritmo è stato quello della Maglia Rosa, Nibali, Zakarin, Landa si sono messi a ruota dell’olandese sfruttando il suo lavoro per contenere lo scalatore Quintana, memori del Blockhaus; ma improvvisamente Nairo inizia a perdere, nei punti dove la salita spiana un po’, il trenino trainato dalla Maglia Rosa recupera terreno sul colombiano. A pochi metri dal ricongiungimento però, il nostro Nibali cede e perde le ruote di Dumoulin, che recupera ed attacca Quintana, il colombiano sorprendentemente  cede terreno e perde secondi dal capitano della Sunweb. Dumoulin vola verso il traguardo staccando prima Landa che chiuderà terzo e poi anche Zakarin, arrivando a conquistare il traguardo di Oropa.
Quintana arriverà a 14 secondi ed il nostro Nibali perderà 43 secondi, giornata negativa per il siciliano, a sua giustificazione, il fatto che queste non sono le salite e le tappe ideali per Vincenzo, il quale sono sicuro che nei tapponi alpini saprà dir la sua.
Pinot prima in crisi poi recupera ed arriva al traguardo con 35 secondi dal vincitore, bene Yates, Kruijswijk e Pozzovivo.

Risultati immagini per dumoulin oropa 99
L’impresa è senza dubbio quella di Dumoulin, ha risposto con una vittoria stupenda a chi pensava non avrebbe retto su questa salita, ora gli scettici lo aspettano settimana prossima, martedì, non vi nascondo che sono tra questi… Non credo che nei tapponi della terza settimana lui e la sua squadra riusciranno a rispondere a tutti gli attacchi dei Big, che conoscono i punti deboli e saranno agguerriti .
Ora la Maglia Rosa ha 2’47″ su Quintana, 3’25″ su Pinot e 3’40″su Nibali, i quali proveranno e metteranno in difficoltà la Sunweb, ci sarà solo da vedere quanto riusciranno a recuperare prima della prossima cronometro decisiva.
Domani tappa aperta a più soluzioni, 200 km da Valdengo a Bergamo; iniziano ad esserci diversi Big ormai fuori dalla classifica generale e quindi mine vaganti da poter sfruttare da qualcuno per un attacco al leader in rosa. Dovessero rimanere uniti i favoriti del Giro, aspettiamoci qualche attacco dei cacciatori di tappa, fuga permettendo, c’è spazio per attacchi, speriamo in qualche vittoria italiana!
Buon Giro d’Italia numero 100 a tutti