Tag Archives: viviani

GIRO D’ITALIA 2018 – 6^ E 7^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 11/05/2018

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 6^ tappa

Ieri i corridori del Giro d’Italia 2018 hanno affrontato la bellissima ascesa verso l’Etna, dopo esser partiti da Caltanissetta per disputarsi su un percorso di 163 km il primo arrivo in quota del Giro.
6^ tappa contraddistinta da una fuga molto ricca, diversi i corridori vogliosi di andare all’attacco e questo ha portato i fuggitivi ad andar via solo dopo una cinquantina di km e soprattutto si sono ritrovati in fuga in ben 28 corridori, da segnalare Henau, Chaves, Ulissi e Ciccone.
Il gruppo non ha mai permesso al distacco di aumentare; prima la squadra della Maglia Rosa Dennis e poi negli ultimi 30 km l’Astana di Lopez, hanno tenuto sotto controllo la fuga, recuperando inesorabilmente su tutti i fuggitivi a circa meno 10 km, su quasi tutti, perchè il colombiano Chaves riuscirà a resistere al ritorno dei Big.
Ai meno 10 km al traguardo, Ciccone prova a scattare dal gruppetto dei fuggitivi, cercando di mantenere un certo distacco dal plotone in rimonta; bello l’attacco dell’italiano ma ancor meglio la risposta del colombiano, il quale lo riprende e si lancia negli ultimi 5 km di salita.
Il gruppo dei migliori prova ad inseguire il colombiano, ma rimasti in non più di 15 corridori, la Maglia Rosa Dennis non è con loro, i Big non riescono a trovare l’accordo e si limitano a scattare singolarmente per mettere in difficoltà i rivali della generale.
Sui primi scatti di Pozzovivo, Lopez, Bennet e Dumoulin vanno in affanno Froome e purtroppo il nostro Aru, i quali perdono qualche metro soffrendo gli improvvisi cambi di ritmo. Davanti non li aspettano, ma nessuno pare in grado di sbaragliare i rivali e soprattutto non riescono a riportarsi su Chaves. Prima Froome e poi Aru si riportano sul gruppo dei primi, dal quale però è scattato un po’ a sorpresa Simon Yates, compagno di squadra del colombiano e che proprio per questo motivo non dovrebbe rischiare di aumentare il ritmo e portare i Big a chiudere sul compagno, ma evidentemente il britannico si sentiva fiducioso di fare il vuoto. Così è, Yates si lancia a tutta, il compagno in testa lo aspetta e una volta raggiunto lo aiuta nel mettere tra loro e gli inseguitori più tempo possibile.
Dietro nessuno si azzarda ad inseguire e la coppia in testa raggiungerà il traguardo ben 26″ prima dei migliori. Yates pago dell’ottenimento della Maglia Rosa lascia la vittoria al compagno Chaves.
Primo arrivo in salita e primi segnali, abbastanza bene tutti i migliori, naturalmente svetta su tutti Yates, prima parte di Giro stupenda per il britannico, entrato quindi anche lui nella lotta per la conquista del Giro d’Italia.
Le classifiche sono cambiate, Dennis perde la Maglia Rosa che verrà indossata da Yates, Maglia Azzurra conquistata da Chaves e Maglia Bianca sulle spalle di Carapaz; non cambia il leader della Classifica a Punti, Viviani sempre in ciclamino.

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 6^ tappa

Quest’oggi i corridori hanno invece affrontato una tappa più tranquilla, la 7^ di questo Giro d’Italia 2018.
Lasciata la Sicilia la carovana ha affrontato una tappa completamente calabrese, 159 km da Pizzo a Praia a Mare.
Arrivo dedicato ai velocisti e stage tranquillo per i Big della generale. Viviani favorito su tutti, forte delle sue due vittorie israeliane, lui l’uomo di riferimento negli ultimi km, anche se le salite dei giorni scorsi potrebbero aver appiattito i valori degli sprinter.
Fuga ripresa agevolmente ed ultimi km non facili per le squadre dei velocisti, il treno della Quick-Step non pare brillantissimo ed organizzato ed Elia decide di seguire le ruote di Modolo, inizia lo sprint ed i due italiani sembrano lanciati alla vittoria, ma negli ultimi metri sbuca il velocista della Bora Sam Bennett e beffa i nostri velocisti, Viviani deve accontentarsi del secondo posto, terzo Bonifazio davanti a Modolo.
Nulla da segnalare in merito alle classifiche, giornata tranquilla ed utile per riposare le gambe in vista delle tappe più impegnative e dure del week-end.
Buon Giro d’Italia a tutti!

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 7^ tappa

GIRO D’ITALIA 2018 – 3^TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il 06/05/2018

3^Tappa del Giro d’Italia 2018 ed ultimo giorno in Israele, 229 km da Be’er Sheva ad Eilat.
Percorso pianeggiante ed arrivo dedicato ai velocisti, il favorito di giornata non poteva non essere Elia Viviani della Quick-Step, nonchè detentore della Maglia Ciclamino.
Pronostici rispettati anche oggi, fuga partita dai primi km di tappa composta da tre corridori, i due italiani Frapporti e Barbin, detentore della Maglia Azzurra ed il canadese Boivin. I fuggitivi devono però arrendesi al solito ritorno del gruppo negli ultimi 5 km di giornata. La Quick-Step chiude sugli attaccanti e si mette in testa al gruppo tenendo Viviani nelle prime posizioni proteggendolo e guidandolo tra le curve del percorso.
Nell’ultimo km l’italiano sceglie di sganciarsi dal suo treno e seguire il lavoro degli altri velocisti, i compagni della Maglia Ciclamino, preso atto della scelta del loro leader, non ” tirano ” la volata e costringono gli altri capitani a partire, a quel punto Viviani battezza la ruota di Bennett e segue il velocista della Bora, il quale temendo il sorpasso di Elia decide di stringerlo verso le transenne con uno scatto al limite del regolamento, ma Viviani, forte dell’esperienza gloriosa in pista, si riesce ad infilarsi tra Bennett e le barriere pubblicitarie andando a sopravanzare tutti e vincendo la sua seconda tappa al Giro 2018.

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 - 3^TAPPA
Secondo Modolo e terzo Bennett, bene anche l’italiano Mareczko quarto, il quale sembra avere un’ottima gamba ma si ritrova spesso troppo indietro al momento dello sprint.
Nulla di invariato in Classifica Generale, Dennis sempre in rosa, mentre Viviani e Barbin incrementano il loro punteggio nelle rispettive classifiche.
Domani primo giorno di riposo e trasferimento in Sicilia, si ripartirà con una tappa di 190 km da Catania a Caltogirone.
Percorso misto, che potrebbe sorridere a qualche attaccante, purchè riesca a resistere al ritorno del plotone voglioso di lanciare i propri cacciatori di tappa; durante i 190 km i corridori affronteranno alcune salite che potrebbero sfiancare le gambe dei velocisti puri, impedendo agli stessi di potersi giocare la vittoria di tappa, più probabile uno scattista/scalatore . Attenzione anche ai Big della generale, non possiamo escludere attacchi a sorpresa dei team dei favoriti.

Risultati immagini per GIRO D'ITALIA 2018 - 3^TAPPA

GIRO D’ITALIA 2018 – 2^ TAPPA

Pubblicato da Luca Cianflone il

Il Giro d’Italia 2018 continua la sua tre giorni in Israele, ieri prima tappa in linea dopo la cronometro individuale di venerdì.
La Maglia Rosa Dumoulin ed i suoi colleghi sono partiti da Haifa ed arrivati dopo aver percorso 167 km a Tel Aviv.
Sulla carta la tappa sarebbe dovuta esser dedicata ai velocisti ed i pronostici sono stati mantenuti.
La fuga di giornata è partita con un po’ di fatica dopo circa 15 km, tre i corridori partiti all’attacco: Guillaume Boivin (Israel Cycling Academy), Davide Ballerini (Androni – Sidermec) e Lars Bak (Lotto FixAll).
Il gruppo controlla i fuggitivi non lasciando mai che il distacco si dilatasse, troppa la voglia dei velocisti di non perdere la possibilità di non disputare il primo arrivo allo sprint.

Risultati immagini per giro d italia 2018 seconda tappa

Il gruppo, tirato dalla BMC del secondo in classifica Dennis, è andato a riprendere la fuga, permettendo al nostro Barbin del team Androni, di scattare e vincere il primo ed unico GPM di giornata e quindi ottenere la Maglia Azzurra degli scalatori.
Dennis alcuni km dopo fa capire il motivo dell’impegno della sua squadra, gli abbuoni del traguardo volante; visti i soli due secondi di ritardo da Dumoulin in classifica generale, l’australiano ottenendo i 3 secondi di abbuono, sfila la Maglia Rosa all’olandese della Sunweb.
Ultimo ad arrendersi tra i fuggitivi Boivin, inesorabile però il ritorno del plotone e l’arrivo a gruppo compatto, impegnate praticamente tutti i team, chi per tenere i Big della generale, chi per mettere i propri velocisti nelle prime posizioni in vista dello sprint.
La Quick-Step di Viviani tentenna un po’ nell’organizzare un vero e proprio “treno”, il favorito di giornata deve arrangiarsi un po’ da solo, seguendo i treni della Cannondale di Modolo e la Bora di Bennett. Fantastico Elia Viviani, riesce a star nelle prime 8 posizioni e prender la ruota di Mareczko, scattato con leggero anticipo. Poco male, Viviani scatta e supera agilmente l’altro italiano e vince il primo sprint del Giro d’Italia 2018, ottenendo la sue seconda vittoria in carriera al Giro e soprattutto la Maglia Ciclamino.
In classifica generale abbiamo detto del cambio di Maglia Rosa che passa a Dennis, ma in funzione dei distacchi tra i Big che si giocheranno la vittoria finale della Corsa Rosa, nulla da segnalare, tutti accreditati con lo stesso tempo.

Oggi i corridori sono impegnati nell’ultima tappa israeliana, la più lunga del Giro, 229 km da Be’er Sheva ad Eilat, arrivo dedicato anche oggi ad i velocisti, quindi Viviani sarà l’uomo da battere.
Buon Giro d’Italia 2018 a tutti!

Luca Cianflone

GIRO D’ITALIA 2015

Pubblicato da Luca Cianflone il 11/05/2015

Finalmente ci siamo! E’ arrivato il sole, il caldo, si intravedono le ferie, ma soprattutto è iniziato il Giro d’Italia 2015!
Sabato 9 maggio è iniziata la 98^ corsa Rosa. Presenti al via diversi campioni, fanno rumore le assenze di Nibali e Froom concentrati sul Tour e mancano anche Sagan e Cavendish, ma i ciclisti al via promettono di non farne sentire la mancanza….
Presentazione del Giro d'Italia 2015

Favorito principe della corsa è sicuramente lo spagnolo Contador della Saxo, con il suo gregario di fiducia Ivan Basso, poi Porte della Sky, formazione anche del nostro  velocista Elia Viviani, seguono il caparbio “Ciccio” Uran e l’italiano della Astana a cui tutta l’Italia si stringe per la classifica generale Fabio Aru. Come quinto incomodo i corridori non vorranno sottovalutare per la corsa alla Maglia Rosa finale, Domenico Pozzovivo.

Per la prima tappa gli organizzatori anno scelto una crono a squadre su una bellissima pista ciclabile sanremese.
Vittoria ottenuta dalla Orica, tra i favoriti, con Gerrans che va ad indossare la Maglia Rosa. Tra le squadre dei Big, bene l’Astana e la Saxo, Uran si difende, male la Sky.

Nella giornata di ieri i corridori si sono affrontati per la prima tappa in linea, da Albenga a Genova, percorso piatto, arrivo in volata facile da prevedere e, come da copione, puntualmente verificatosi. Fuga coraggiosa partita al km 0 e raggiunta a pochi km dall’arrivo, i corridori anno affrontato negli ultimi minuti più volte un circuito cittadino che gli ha portati a conoscere l’arrivo e pianificare la strategia. Arrivo in leggera salita, per gambe forti; qui il primo regalo per i tifosi italiani, il giovane Viviani mantiene le promesse e si impone di forza, tempismo e astuzia sul resto dei velocisti, prima vittoria al Giro per il corridore della Sky. Pochi treni a guidare i velocisti, si prendono le ruote dei più forti.
Per la classifica generale passa in rosa Metthews, sempre della Orica, distacchi tra i favoriti invariati, tranne purtroppo per Pozzovivo, coinvolto in una caduta e arrivato con un ritardo di oltre un minuto dal gruppo. Pochi i secondi di ritardo accumulati ( nella crono della prima tappa) da Aru e Uran; dispiace invece per il lucano Pozzovivo, già ad oltre un minuto da Contador.

giro-ditalia-2015-3a-tappa-ordine-arrivo-viviani-vince-default
Oggi si testeranno le gambe sulle prime salite, Rapallo- Sesri Levante, non pendenze difficili, ma al Giro, la sorpresa è dietro l’angolo, i Big dovranno stare attenti, nelle prime giornate le gambe sono fresche e molti tenteranno il colpaccio…
Buon Giro d’Italia 2015

POS NOME NAZ TEAM TEMPO DIST
1 MATTHEWS Michael AUS OGE 4:32:44 0:00
2 GERRANS Simon AUS OGE 4:32:44 0:00
3 CLARKE Simon AUS OGE 4:32:44 0:00
4 CHAVES RUBIO Johan Esteban COL OGE 4:32:44 0:00
5 KREUZIGER Roman CZE TCS 4:32:51 0:7
6 CONTADOR VELASCO Alberto ESP TCS 4:32:51 0:7
7 ROGERS Michael AUS TCS 4:32:51 0:7
8 BOARO Manuele ITA TCS 4:32:51 0:7
9 ROVNY Ivan RUS TCS 4:32:51 0:7
10 TIRALONGO Paolo ITA AST 4:32:57 0:1